logo facebook SEGUICI SU FACEBOOK
config

Ultime notizie

A Cusano Mutri stasera il vacante tricolore dei leggeri tra Valentino e Manno

A CUSANO MUTRI  LA SFIDA PER IL VACANTE TITOLO ITALIANO DEI PESI LEGGERI

Si può candidare senz'altro ad essere il match italiano dell'anno, quello di domani sera sul ring campano di Cusano Mutri, in provincia di Benevento, con organizzazione di Mario Loreni. Match event sarà il vacante titolo italiano dei pesi leggeri.

Valentino 14 settembre

A contenderselo due pugili diametralmente opposti ma accumunati dalla stessa passione per la boxe e dal sogno di fermare il tempo e combattere ancora per qualcosa d'importante. La copertina la merita forse Domenico “Mirco” Valentino (5-0, 1ko), già plurititolato da dilettante, campione del mondo 2009, tre volte olimpionico sempre sfiorando il podio, uno dei grandi leader dello squadrone italiano in maglietta e caschetto che si fregò anche del trionfo nella seconda edizione delle WSB sotto le insegne di Italia Thunder. A trentaquattro anni Domenico, che fa il poliziotto nella vita di tutti i giorni, ha messo insieme cinque vittorie in altrettanti incontri, e aspirava da tempo a questa opportunità tricolore che finalmente Loreni gli ha concesso, per poi puntare al titolo Europeo che è l'unico che gli è sfuggito, Olimpiade a parte, in una carriera da dilettante davvero memorabile.

Attenzione però al rivale delle dieci riprese Benoit Manno (17-2, 2ko), trentasei anni, rientrato da poco all'attività agonistica dopo qualche anno di stop, non molto tempo addietro era considerato uno dei migliori professionisti italiani. Diventò campione italiano dei pesi supepiuma battendo Mantegna, e difese il titolo in un drammatico match contro Angelo Ardito: dopo aver dominato per nove riprese, il torinese d'origine calabra si fece mettere sotto dalla reazione di Ardito, e quasi terminò sull'orlo del ko. Da quel giorno, e parliamo del 2012, arrivarono altre vittorie ma mai il colpo grosso, l'occasione che cambia una carriera, che gli arrivò con pochissimo preavviso nel giugno di quattro anni fa, quando fu chiamato a sfidare Emiliano Marsili allora campione europeo dei leggeri, titolo in palio. Sul ring di Tolfa il campione gli fu superiore e lo batté per ko tecnico alla sesta ripresa. Da lì il mancino Manno ha fatto due match nel 2015, poi lo stop per ritornare quest'anno. Ma in tutto questo tempo non è stato fermo, ha aperto una palestra a Torino dove oltre che insegnare l'arte si tiene in forma egli stesso. Da qui la voglia di rimettersi in gioco con un avversario decisamente più reclamizzato e atteso di lui.

Manno 2 e Valentino 1

Alla vigilia i due hanno fatto dichiarazioni da gentlemen descrivendo l'avversario, soprattutto Valentino ha spiegato di come il favorito del match sia da considerare Manno per la maggiore esperienza in campo professionale. Entrambi hanno bisogno di vincere: Valentino per dare un senso alla scelta di passare professionista e mettersi in gioco, Manno per concedersi una seconda giovinezza atletica e regalarsi il secondo titolo italiano in due categorie di peso diverse.

Il tema tattico del match è presto detto: entrambi incontristi dal pugno singolo tutt'altro che fulminante, basta guardare le rispettive vittorie prima del limite, saranno presumibilmente protagonisti di un match d'attesa e di studio nelle prime riprese, per cercare poi il pressing buono dai round centrali in poi. In pratica chi avrà più benzina nel serbatoio, unita naturalmente alla tecnica e all'efficacia dei colpi, prenderà quel vantaggio che dovrebbe portare il vincitore fino al porto dell'ultimo gong della decima ripresa. A meno che i due, che si dicono entrambi preparatissimi, non abbiano in serbo qualche sorpresa per chiudere anzitempo la contesa. Ma sarà il ring a dare il giudizio definitivo. Non resta che assistere allo spettacolo dal vivo o dalla poltrona di casa.

Nel sottoclou che vedremo  sul digitale terrestre  Canale 62  Fight Sport Network  sarà interessante seguire il livornese 26enne ora residente a Berlino ,Rafaello Sheshi ,che effettuerà la sua seconda performance in Italia . Sheshi ha già superato un paio di test interessanti in Germania ( Krieger e Biskupski) e domani si batterà con il collaudatore rumeno Alexandru Petrica .

Ancora nei medi e sempre sulle sei riprese il 20enne astigiano della Skull Boxe Oliha Etinosa che viene da due successi per ko affronta il collaudatore mancino Giuseppe Rauseo.

Nei leggeri il marocchino-astigiano Hassan Nourdine incrocia i guantoni con il 24enne moldavo-rodigino Dionisie Tiganas.

 

Andrea Bacci

RIFERIMENTI

BOXE RING WEB

EDITORE FLAVIO DELL'AMORE

Autorizzazione Tribunale di Forli' n. 2709

FORUM

logo boxeringweb2017c

Il Forum a cura di NonSoloBoxe

Per discutere di Boxe e non solo...

ACCEDI