logo facebook SEGUICI SU FACEBOOK
config

Bordo Ring

Crawford nettamente favorito su Horn a Las Vegas

 Risultati immagini per Jeff Horn vs Crawford boxer Photos

Probabile una soluzione prima del limite

 

 

Il problema dei verdetti sbagliati è che dopo un po' molti, troppi, se li dimenticano e nel record rimane solo un segno più o un segno meno e buonanotte al secchio. Avviene che anche in conseguenza di un verdetto sbagliato, magari vicino all'assurdo, un pugile si trovi a progredire nella carriera e si trovi a disputare un match che probabilmente neppure si sarebbe sognato in precedenza. E' il caso del 30enne australiano Jeff Horn che, secondo i giudici e pochissimi altri, quasi un anno fa batté ai punti una comunque sbiaditissima versione di Manny Pacquiao a Brisbane. Verdetto che giudicammo, e lo confermiamo, sbagliatissimo, con Pacquiao che non riuscì a mettere K.O. un avversario in grossissima difficoltà o a convincere l’arbitro a interrompere il combattimento. Horn in quella occasione conquistò il titolo di sigla WBO dei pesi welter, titolo che ha difeso vittoriosamente a fine 2017 contro il solo discreto inglese Gary Corcoran, sempre a Brisbane.

Mezzo kg in meno dello sfidante al peso : Crawford  66,511 kg    Jeff Horn 67,131 kg

 

 

E’ vero che Horn è il nr 4 della classifica dei pesi welter per il Transnational Boxing Rankings Board, ma lo è in virtù di quella “vittoria” su Pacquiao e sabato sera all’MGM Grand di Las Vegas si troverà a dover difendere titolo e posizione contro il favoritissimo Terence Crawford che è al debutto fra i welter dopo essere stato campione del mondo assoluto dei pesi superleggeri. Crawford è un talento di quelli rari ed è stato scalzato al vertice della classifica della Pound for Pound da Vasyl Lomachenko solo perché anche quest’ultimo, e sottolineiamo l’anche, è un fenomeno.  Trent’anni, di Omaha nel Nebraska, con un record che già parla da solo, Crawford è uno di quei pugili che sembra nato per salire sul ring. Abilissimo nel cambiare guardia sceglie poi la soluzione che più gli pare opportuna e finora ci ha sempre preso, è veloce, fa male e incassa bene.  Ed è nel pieno della maturità tecnico-atletica. Sul ring poi non sembra avere fretta, studia l’avversario, lo inquadra e comincia a lavorarlo.

Horn, un ex insegnante di scuola che sicuramente ha fatto notevoli progressi pugilistici, è un pugile fresco e sicuramente un buon incassatore, da professionista non ha mai perduto, come Crawford, ma non ne ha le stesse capacità tecniche né la classe. E’ leggermente più alto di Crawford ma ha un allungo inferiore e non è un picchiatore. Crawford è sicuramente il netto favorito e l’impressione è che anche il clan di Horn sia ben conscio della quasi impossibilità del compito che attende il pugile australiano, prova né è a nostro avviso la strumentale polemica che il clan “aussie” sta montando su guantoni e giudici di Las Vegas e va aggiunto da che pulpito viene la predica…

A nostro avviso c’è una ottima possibilità che dei giudici non ci sarà bisogno e anche se fosse il vantaggio a favore di Crawford sarebbe tale da non ammettere alcuna polemica. In sostanza Horn può contare sull’imponderabile e sull’imprevedibile, fattori che nella boxe esistono ma ben raramente entrano in gioco.

Risultati immagini per Horn vs  Crawford   boxer Photos

RIFERIMENTI

BOXE RING WEB

EDITORE FLAVIO DELL'AMORE

Autorizzazione Tribunale di Forli' n. 2709

FORUM

logo boxeringweb2017c

Il Forum a cura di NonSoloBoxe

Per discutere di Boxe e non solo...

ACCEDI