logo facebook SEGUICI SU FACEBOOK
config

Ultime notizie

Tiro Franco di Eric Armit

Ring e OMBRA

Dalle malefatte delle sigle alle drammatiche condizioni di Boytsov

 

Di ERIC ARMIT

Sembra non esserci limite alla grettezza e alla stupidità delle sigle mondiali. Non importa quanti e quanto artefatti sono I titoli esistenti, c’è sempre spazio per più titoli e per più soldi per dare riconoscimento ai match. Quando fra I pesi massimi leggeri la WBA si è accorta di avere quattro campioni ma solo tre “titoli mondiali”-super. normale e ad interim-hanno inventato il titolo Gold. Questo ad opera di quelli che strombazzavano la loro intenzione di avere un solo campione in ogni categoria. L’ipocrisia è ok!  Naturalmente se la WBA ha un nuovo titolo allora anche la WBO deve fare lo stesso. Abbiamo già titoli Gold, Silver e Diamond introdotti di nascosto così la WBO in cima a questi ha introdotto il titolo Global.  Secondo il mio dizionario Global significa in tutto il mondo. Cosa che fa nascere la domanda di cosa sia un titolo mondiale. Ho pietà di ogni appassionato di boxe che si trova a dover spiegare a qualcuno che non segue la boxe che differenza ci sia fra essere campione del mondo o campione globale.

L’ultimo sforzo del WBC mendica solo credibilità. Hanno designato Saul Alvarez come loro “Franchise Champion”. Secondo quanto scrive il WBC il loro “Franchise Champion” (e naturalmente ne seguiranno altri)  “Rappresenterà con orgoglio il WBC in ogni singolo match come campione WBC in carica senza riguardo ad ogni specifica occasione o titoli associati ai suoi futuri incontri. Le regole del WBC governeranno gli incontri del Franchise champion. Il WBC approverà attraverso l’organizzatore del campione ogni avversario previsto per un combattimento.

 Ciò significa che anche se Saul Alvarez dovesse sfidare Sergey Kovalev per il titolo WBO dei mediomassimi siccome l’incontro coinvolge il loro Franchise Champion quell’incontro sarà sotto le regole del WBC anche se Alvarez è lo sfidante e combatte in un’altra categoria e il WBC dovrà approvare Kovalev o qualsiasi altro pugile/campione che intenda combattere contro Alvarez. Non importa chi prende i soldi per sanzionare l’incontro! Non posso immaginare l’IBF, la WBA o il WBO accettare una cosa simile e neppure posso immaginarmi Alvarez rinunciare a un grande match per un titolo IBF, WBA o WBO solo perché il WBC ha inventato un titolo che li associa a qualsiasi titolo per il quale Alvarez combatta. E come se questo non fosse abbastanza il WBC si riserva il diritto di riconoscere un altro campione in una categoria o nelle categorie in cui Alvarez ( o qualsiasi altro Franchise champion possano nominare) combatte e questo effettivamente potrebbe significare che il WBC, avrà un campione del mondo e un campione Franchise in molte categorie, quante piacerà a loro così svalutando ulteriormente il titolo.

Il prossimo match di Alvarez è programmato per il 14 settembre e ci sono tutti i tipi di cappelli lanciati sul ring per prendersi il posto di avversario. La Golden Boy ha dichiarato il suo interesse in un match Alvarez-Kovalev per il titolo WBO dei mediomassimi ma l’ostacolo è che Kovalev ha l’obbligo di difendere il titolo WBO contro Anthony Yarde e i negoziati per quell’incontro si dice siano ben avviati. Naturalmente Alvarez-Kovalev sarebbe un gran match, molto più grande essendo lo sfidante britannico relativamente sconosciuto. Kovalev potrebbe scegliere di andare avanti con il match con Yarde e affrontare Alvarez più avanti ma sarebbe una scelta rischiosa.

In alternativa Kovalev potrebbe lasciare il titolo WBO oppure potrebbe offrire una somma di denaro a Yarde per farsi da parte e lasciare che Alvarez-Kovalev abbia luogo con la garanzia di poter combattere con il vincitore ma anche questo sarebbe rischioso per Yarde perché le garanzie a volte rimangono sulla carta. La ESPN vuole Alvarez per Demetrius Andrade. Anche come campione di due categorie il profilo di Andrade non è molto alto ma ovviamente una vittoria su Alvarez cambierebbe tutto. Il suo incontro con Brandon Adams della scorsa settimana non è stato di quelli che alzano le pulsazioni ma alla fine se avrà il match con Alvarez dipende solo dai soldi. Ai britannici Callum Smith e Billy Joe Saunders piacerebbe questa chance come piacerebbe a un certo signor Golovkin . Tutti vogliono Canelo. Per ogni match che coinvolge Alvarez si parla di molti soldi ma non tutti i match sono affari multimilionari. Per la sua difesa contro Ray Beltran la borsa del campione IBF dei leggeri Richard Commey era di 350.000 sterline ed è stata aumentata di 20.000 tolti dalla originale bosa di 160.000 sterline di Beltran perché Beltran non ha fatto il peso. Le altre borse erano 50.000 per Patrick Day, 30.000 per il suo avversario Carlos Adams, 30.000 per Saul Rodriguez che non ammorbidiranno il colpo per la sua prima sconfitta da professionista, solo 5.000 per il suo vincitore Miguel Angel Gonzalez e 15.000 ciascuno per i pesi massimi Junior Fa e Dominic Guinn.

La promozione di Manny Pacquiao-Keith Thurman continua con Thurman che costituisce un pericolo molto maggiore per Pacquiao che non Adrian Broner.  Mentre l’attenzione è su Pacquiao il pugile, lui è anche una forza attiva nella politica filippina e questa settimana Pacquiao ha introdotto una richiesta al legislatore di reintrodurre la pena di morte per i grandi trafficanti di droga. Si dice che nella prossima riunione del congresso Pacquiao voglia anche fare la proposta di vietare il fumo in pubblico.

Il sottoclou di Pacquiao Thurman per il titolo WBA dei welter  prevede anche un altro incontro titolato con Caleb Plant che difende il titolo IBF dei supermedi contro l’imbattuto Mike Lee. Ci sono anche i match fra Yordenus Ugas e Omar Figueroa Jr fra i welter, Luis Nery e Juan Carlos Payano fra i gallo, Sergey Lipinets e John Molina Jr fra i welter e l’imbattuto massimo Efe Ajagba cotro Ali Eren Demirezen.   

I negoziati per Denis Lebedev-Arsen Goulamirian sono andati male. Recentemente Lebedev è stato rinominato Super campione dei cruiser WBA e Goulamirian è stato promosso da campione Gold a campione regolare. Sembra che la WBA manderà il match all’asta.

Un’asta terminata ha visto la World of Boxing vincere il diritto di mettere in scena la difesa del titolo dei supergallo WBA da parte di Danny Romero contro l’uzbeko Murodjon Akhmadaliev con una offerta di 145.000 dollari. C’era una sola offerta e con Akhmadaliev che ha fatto solo 6 match e virtualmente è sconosciuto non è sorprendente che l’offerta fosse relativamente bassa e unica.

Il francese Michel Soro  avrà un’altra chance di vincere una versione del titolo WBA dei superwelter quando affronterà il russo Magomed Kurbanov a Marsiglia il 20 luglio per il titolo normale. L’ivoriano di nascita Soro ha perso una split decision contro l’argentino Brian Castano per il titolo ad interim nel 2017, sua unica sconfitta negli ultimi 17 incontri. Kurbanov ha vinto tutti i suoi 17 incontri.

Per quanto riguarda I pugili con problemi fisici gravi una notizia buona e una cattiva. L’ex campione del mondo dei mediomassimi Adonis Stevenson è tornato in famiglia e sta avendo un ottimo recupero dall’operazione al cervello seguita alla sconfitta contro Gvodzyk in dicembre. Stevenson sta già parlando di tornare in palestra come allenatore.

Le notizie sul peso massimo Denis Boytsov non sono affatto buone. Le sue condizioni non sono correlate alla boxe ma sono davvero terribili. Quattro anni dopo essere stato trovato su un binario della metropolitana di Berlino con serie ferite alla testa e a una gamba Boytsov è ancora incapace di stare in piedi, ha grandi difficoltà a parlare e pochissima mobilità. Nello spazio di poche ore Boytsov è passato da promettente peso massimo con un record di 36-1 a invalido senza un vero futuro. La vita a volte può essere veramente crudele.

RIFERIMENTI

BOXE RING WEB

EDITORE FLAVIO DELL'AMORE

Autorizzazione Tribunale di Forli' n. 2709

FORUM

logo boxeringweb2017c

Il Forum a cura di NonSoloBoxe

Per discutere di Boxe e non solo...

ACCEDI