logo facebook SEGUICI SU FACEBOOK
config

Ultime notizie

Inoue contro Rodriguez nel torneo Superseries

 

inoue-rodriguez (1)_1

Il giapponese è il favoritissimo nel torneo dei pesi gallo

C'è un motivo per cui è chiamato "Monster". Quindici vittorie prima del limite su 17 match disputati e tutti vinti sono un ruolino impressionante per un pugile che ha iniziato il professionismo da peso minimosca ed è salito fino ai pesi gallo senza perdere un grammo di potenza. Solo Ryoichi Taguchi e David Carmona hanno sentito l'ultimo suono di gong in posizione verticale affrontandolo ma negli ultimi 3 anni nessuno dei suoi 7 avversari è riuscito ad imitarli e si tratta di pugili di un certo livello. La prima volta che lo abbiamo visto ha demolito con cinica freddezza un tipo esperto e resistente come Omar Narvaez che era riuscito a reggere in piedi fino fin fondo contro Nonito Donaire a un peso non suo.

Stiamo parlando del 26enne giapponese Naoya Inoue che sabato sera in Scozia, a Glasgow, disputerà la semifinale de ntorneo Super Series dei pesi gallo dopo essere passato nei quarti di finale come uno schiacciasassi in pochi secondi sul dominicano Juan Domingo Payano. Inoue è un piccolo concentrato di esplosività in entrambe le mani, è velocissimo e spietato e non ha mai trovato nessuno capace di portarlo al limite nè tantomeno di metterlo in difficoltà. E' il favorito numero 1 del torneo e uno dei migliori pugili pound for pound, uno del quale non si conoscono attualmente le debolezze.

Proverà a trovarne almeno una il suo coetaneo portoricano Emmanuel Rodriguez, uno che è già venuto in Gran Bretagna per togliere le speranze a Paul Butler, atterrato a inizio match e poi controllato per il resto delle 12 riprese previste con irridente facilità. A noi quella sera Rodriguez piacque moltissimo ma nella prima difesa del titolo di sigla IBF ha faticato più del previsto per ottenere una split decision ai danni dell'australiano Jason Maloney proprio in uno degli altri quarti di finale di questo torneo. Rodriguez è un pugile elegante, un incontrista di livello, dotato di indubbia classe ma, al cospetto di Inoue, di un pugno solo "normale" che non gli consentì di togliere di mezzo Butler prima di arrivare alla lettura dei cartellini.

Inutile dire che il favorito sia Inoue, uno che gentilmente ha lodato l'avversario dicendo di aspettarsi un match più lungo del solito ma che in realtà in altre occasioni ha detto di cercare sempre di rimanere sul ring il meno possibile, cosa che gli riesce davvero bene. Però nessuno vince sulla carta, è il ring che dà la sua ultima parola e certamente Rodriguez non è venuto per visitare la Scozia. Detto ciò l'attesa è per un'altra vittoria magari prima del limite e sperabilmente meno veloe e facile del solito.

Oltre al titolo di sigla IBF di Rodriguez c'è in palio quello WBA di Inoue ma proprio questo torneo ridicolizza l'importanza delle sigle. Che possa continuare a lungo.

RIFERIMENTI

BOXE RING WEB

EDITORE FLAVIO DELL'AMORE

Autorizzazione Tribunale di Forli' n. 2709

FORUM

logo boxeringweb2017c

Il Forum a cura di NonSoloBoxe

Per discutere di Boxe e non solo...

ACCEDI