logo facebook SEGUICI SU FACEBOOK
config

Ultime notizie

Il Presidente Wbc Sulaiman, dopo il "caso-Nery", si scaglia contro gli "stregoni"!

NeryPeso

(Il concitato momento in cui, nonostante le "stregonerie" patite, Luis Nery perde il Mondiale alla bilancia)

Il Presidente del Wbc, Mauricio Sulaimán, ha reso noto che l’ex-campione iridato Luis Nery è stato ascoltato venerdì scorso, unitamente al suo team, in un’udienza fortemente sollecitata dall’ente mondiale in seguito a quanto accaduto in Giappone, allorché egli ha perso il titolo “a tavolino” per avere ampiamente superato il limiti di peso della categoria e per l’altrettanto pesantissima decisione presa dalla federazione nipponica, che ne ha sancito la sospensione a tempo indeterminato da qualsiasi attività pugilistica sul territorio nazionale.

Molto preoccupato per ciò che il pugile ha relazionato sugli eventi accaduti prima della sfida, Sulaimàn ha detto con molta fermezza che è necessario allontanare per sempre il pugile da pratiche assai pericolose messe in atto da alcuni pseudo-allenatori e preparatori fisici, privi di qualsiasi scrupolo nell’adozione di tecniche nutrizionali tese a diminuire di peso.

Il Presidente ha sottolineato che Luis Nery è stato sottoposto ad un regime di “sovra-idratazione” in cui era costretto a bere sette litri (!) di acqua al giorno e a nutrirsi di frullati “particolari” e cibi “studiati”. In questo modo, il risultato è stato quello di arrivare alla settimana del match con sei chili (!) in eccesso e con due chili di troppo quando è salito sulla bilancia, perdendo così “a tavolino” la cintura iridata. Poi la sfida è stata egualmente disputata, benché i rischi fossero grandi...

Mauricio Sulaimàn ha poi concluso le proprie considerazioni, assicurando che tutta la vicenda verrà minuziosamente indagata per determinare la sanzione che colpirà Nery e soprattutto per evitare che “personaggi” come quelli sopra ricordati continuino nella nefasta opera di “stregoni”, mettendo a rischio la vita di ragazzi che si fidano di loro.

In effetti, sarebbe veramente giunta l'ora di porre fine al dilagare, anche nel mondo del pugilato, di abitudini pseudo-scientifiche importate spesso da altre discipline sportive, che mettono a repentaglio l’incolumità degli atleti attraverso a mezzi “folli” e senza scrupoli, palesi per la pericolosità anche agli occhi dell’ultimo dei “profani”.

Ogni tragedia che accade sul ring colpisce per prima il diretto interessato, poi i suoi cari e , a scendere, tutta la boxe mondiale. E' quindi qualcosa che riguarda tutti e non solo le vittime. La Noble Art necessita di bravi pugili, bravi allenatori e medici e dirigenti attenti e competenti che riducano al minimo, ciascuno nel proprio ruolo, i rischi di chi scavalca le corde. Gli “stregoni”, i “maneggioni”, i “succhia-soldi” sulla pelle altrui hanno già troppe giovani vite bruciate nel proprio tragico carnet, in ogni disciplina sportiva. Occorre con un urgenza un “reticolato” morale e regolamentare che li tenga per sempre lontani dalle palestre…e “dintorni”.

RIFERIMENTI

BOXE RING WEB

EDITORE FLAVIO DELL'AMORE

Autorizzazione Tribunale di Forli' n. 2709

FORUM

logo boxeringweb2017c

Il Forum a cura di NonSoloBoxe

Per discutere di Boxe e non solo...

ACCEDI