logo facebook SEGUICI SU FACEBOOK
config

Ultime notizie


 
Bologna S stefano 2017
Il ventiduenne imbattuto superleggero affronta il serbo-montenegrino Dragojevic. Negli altri due match professionistici il rientrante peso leggero Manuel Vignoli incontra Lorenzo Calì, e il medio Pavel Zgurean incrocia i guantoni con Sladjan Dragisic. Nel contorno dilettantistico spicca la battaglia fra Quarneti e Crepaldi. Tutto allo Sferisterio di Bologna, ore 16. Ingresso 10 euro.
di Maurizio Roveri
Come una volta, o quasi. Il Santo Stefano pugilistico di questo 2017 (Sferisterio, ore 16) ricorda quelli d’una volta, di quaranta, cinquanta, anche sessant’anni fa. La differenza (mica roba da ridere…) è che a quei tempi il popolo della boxe gremiva il palazzo dello sport di Bologna, il “nostro” piccolo Madison Square Garden, e lo riempiva di passioni. E’ successo quando Bologna era una capitale della Noble Art. Sono passate quattro, cinque, anche sei generazioni, il tempo vola via veloce, e se non sai stare al passo ti trovi perduto. Per tanto tempo - troppo - l’ambiente della boxe non ha saputo stare al passo con i tempi. Il popolo della boxe non c’è più. E’ così in tante piazze, sicuramente a Bologna. Qui il pubblico del pugilato va conquistato. Va ricostruito. Con una mentalità moderna, con progetti interessanti, con una immagine stimolante.
I pugili, i buoni pugili, invece… ci sono ancora. E questo è l’aspetto confortante, dal quale ripartire. La boxe bolognese in questa edizione speciale del suo tradizionale “Santo Stefano” propone un Evento con 3 combattimenti professionistici (al centro dell’attenzione tre giovani pugili Pro di palestre bolognesi) e 7 match fra pugili dilettanti.

 

Sul piano della qualità è il “Santo Stefano del ring” migliore da quando la Pugilistica Tranvieri salvò questa tradizione che a Bologna rischiava di scomparire e dal 1999 presenta ogni anno - con grande costanza e uno sforzo economico notevole per una associazione sportiva dilettantistica - il “Santo Stefano”. Il giorno della Boxe.
Ebbene, l’edizione 2017 mette sul ring dello Sferisterio il meglio - attualmente - del pugilato professionistico bolognese: l’imbattuto e lanciatissimo superleggero Arblin Kaba l’italo-albanese lanciato dalla Boxe Le Torri, il peso leggero Manuel Vignoli buon pugile prodotto dalla “scuola” Tranvieri e che in questa occasione torna sul ring pieno di motivazione dopo una sosta di due anni, e poi Pavel Zgurean il peso medio moldavo (da parecchi anni residente a Bologna) che ha conosciuto e cominciato la boxe nella palestra della Regis ed ha successivamente proseguito il suo percorso di crescita alla Boxe Le Torri.
Sono giovani e forti. Ventitre anni Kaba, pugile tecnico e tattico, ma anche intenso e “picchiatore”, possiede fisicità, è veloce di braccia e porta combinazioni rapide. Ventidue anni il peso medio Pavel Zgurean, gran bel fisico, alto, bell’allungo, pugni che fanno male. Un ragazzone che ha soltanto bisogno di fare esperienza. Ventisei anni Manuel Vignoli, che vive a Lagaro, pugilisticamente nato e cresciuto in Tranvieri, peso leggero dalla solida struttura fisica, grande agonista, combattente generoso, passato Neo-Pro nel 2015 (dopo un’apprezzabile carriera dilettantistica), 3 match con due belle vittorie e una sconfitta onorevolissima in trasferta contro il padovano Davide Festosi che attualmente è il campione d’Italia. Per motivi personali e lavorativi, Vignoli si prese poi una pausa. Abbastanza prolungata, in verità. Ma non aveva mai parlato di ritiro. E infatti, qualche mese fa, Manuel ha maturato la decisione di rientrare, di riprendere la strada che porta in palestra. E ora è pronto per tornare sul ring. Da Professionista.
I combattimenti che hanno per interpreti Arblin Kaba (4 match, 4 vittorie). Manuel Vignoli (3 match, 2 vittorie e 1 sconfitta) e Pavel Zgurean (4 match, 2 vittorie e 2 sconfitte) saranno tutti sulla distanza dei 6 round. Pugili professionisti al cento per cento.
Basterebbe la presenza di tre pugili professionisti locali (un fatto che a Bologna non accadeva da 39 anni!) per suscitare la curiosità e sollevare l’interesse dei bolognesi. Per coinvolgerli e spingerli verso lo Sferisterio in un pomeriggio che annuncia intense emozioni.
Sarebbe triste, sarebbe una sconfitta per la città di Bologna, se… non si andasse oltre i 300-350 spettatori paganti delle recenti edizioni.
Stavolta - in questo 26 dicembre - c’è di più. Decisamente di più. Un pomeriggio con 10 incontri. Sul ring 6 pugili professionisti e 14 dilettanti. E nel contorno dilettantistico spicca un combattimento che è come… fosse il quarto match professionistico della giornata. Sì, la sfida fra il lughese Nicola Quarneti e il veneto (che attualmente vive a Ferrra) Riccardo Crepaldi. Due ragazzi di valore, spettacolari combattenti. Giovani e già con tanti combattimenti alle spalle. 
Addirittura Quarneti, che ha 22 anni e che ha partecipato più volte ai campionati italiani assoluti, è salito sul ring 79 volte. Con 56 match vinti, 18 persi, 5 pareggiati. Questo sarà il suo ottantesimo incontro da dilettante. A guidarlo c’è un personaggio famoso, l’ex-campione del mondo dei pesi massimi ed ex-commissario tecnico azzurro Francesco Damiani. 
Riccardo Crepaldi, che ho visto in estate tener testa al bravo Daniele Zagatti (ore Professionista, convincente successo all’esordio) ha 20 anni, è un prodotto della Boxe Cavarzere, bella “scuola” pugilistica del maestro Nicola Fontolan. Da alcuni mesi Crepaldi vive a Ferrara dove frequenta l’Università, si allena alla Ferrara Boxe e ufficialmente con l’anno nuovo sarà tesserato per la Ferrara Boxe del maestro Roberto Croce.
Sarà una battaglia. Una battaglia intensissima, aspra e spettacolare, questa fra Quarneti e Crepaldi. Potrebbe addirittura risultare il match più avvincente dell’intera manifestazione. 
Occhi puntati anche su altri giovani interessanti: Adriano Leoci 20 anni, Ashraf Chouikh 19 anni, Marsid Senia 19 anni, Hamza Chaijd.
Tutto questo - i 3 combattimenti professionistici e i 7 dilettantistici - al prezzo di un cinema, o poco più. 10 euro.
davvero una interessantissima proposta, questo “Santo Stefano della boxe”. Per qualità e per le emozioni in grado di trasmettere.
Chi conosce il pugilato e lo apprezza, non può mancare. E per chi non lo conosce, ecco una bellissima opportunità per poter vedere, capire e apprezzare lo sport della Noble Art.
Applausi alla Tranvieri, società organizzatrice, e ai tecnici Sergio Rosa e Sergio Di Tullio. E a tutte le altre Società che hanno aderito con i loro pugili a questo progetto, in particolare alla Boxe Le Torri del maestro Paolo Pesci che porta sul ring i suoi “gioielli” Kaba e Zgurean sobbarcandosi nche l’onere economico degli avversari, trovati all’estero, i serbi Milovan Dragojevic (ventenne avversario di Kaba) e Sladjan Dragisic, esperto peso medio che incrocerà i guantoni con Pavel Zgurean.
IL PROGRAMMA
(Sferisterio di Bologna. Inizio ore 16. Ingresso euro 10)
DILETTANTI
Kg 64: Adriano Leoci (Pugilistica Tranvieri Bologna) contro Ashraf Chouikh (Bononia Boxe Bologna).
Kg 75: Marsid Senia (Pug. Tranvieri Bologna) contro Francesco Pugliese (Baroni Torino).
Kg 60: Hamza Chaijd (Pug. Tranvieri Bologna) contro Lorenzo Leonardo (Ambra Firenze).
Kg 64: Andrii Pitera (Regis Bologna) contro Claudio Cacici (Baroni Torino).
kg 61: Giovanni Tumedei (Regis Bologna) contro Domenico De Siena (Padova Ring).
Kg 48 donne: Alice Ognibene (Pug. Tranvieri Bologna) contro Mihaela Leuca (Baroni Torino).
PROFESSIONISTI
Pesi leggeri: Manuel Vignoli (Pugilistica Tranvieri Bologna) controLorenzo Calì (Pavia)
Pesi superleggeri: Arblin Kaba (Boxe Le Torri Bologna) contro Milovan Dragojevic (Serbia)
Pesi medi: Pavel Zgurean (Boxe Le Torri Bologna) contro Sladjan Dragisic (Serbia).
 

 

 

Forte contro Trafandir 26 12

 (MR)Il Santo Stefano pugilistico romano 2017 sarà a cura della BBT di  Davide  Buccioni che ha pubblicato il programma  nel suo sito. L' evento  denominato  Lords of the Ring si terrà nel quartiere Aurelio al Palasport di  Via Boccea 358 in Roma q partire dalle ore 17.

Il match event  è stato affidato al campione italiano  dei pesi piuma  Mauro Forte laureatosi a settembre  con la vittoria su Cipolletta .Forte(8.0.1- FOTO a sx) incrocerà i guantoni  con il rumeno di  Ostia Gheorge Trandafir (5.3.2)che quest'anno è stato autore di una importante vittoria  sull'ex campione dell'Unione Europea  Giodi Scala .
Nei pesi medi  si prspetta un  ottimo duello tra il già portacolori dell'Audace Boxe il  promettente 72 kg   Khalil El Harraz (5.0.1) si batterà con il 33enne croato Frane Radnic (11.4) ex campione nazionale .

Nei pesi superleggeri Luca  Papola ( 3.0.1) affronta il pari peso  croato Robert Causevic (1.1.0).

Nei pesi welter l'abruzzese Emanuele Cavallucci (6.1.1) reduce da tre successi consecutivi combatte contro  il 28enne residente a Barcellona  Felix Matamoros (9.15.0).Infine derby romano tra Mirko Geografo  e Alex Marongiu nei pesi medi .

Buccioni Locandina santo Stefano

RIFERIMENTI

BOXE RING WEB

EDITORE FLAVIO DELL'AMORE

Autorizzazione Tribunale di Forli' n. 2709

FORUM

logo boxeringweb2017c

Il Forum a cura di NonSoloBoxe

Per discutere di Boxe e non solo...

ACCEDI