logo facebook SEGUICI SU FACEBOOK
config

Ultime notizie

PastranaSahin

Stasera la 27enne Joana Pastrana (12-1-0; 4 ko), spagnola di Madrid, cercherà di portare nel proprio Paese il vacante titolo mondiale Ibf delle minuscole 47,600 kg, seguendo la via tracciata ben 15 anni orsono da Maria Jesús Rosa, la prima e sinora eguagliata iridata iberica della Noble Art femminile. Per uno strano gioco del destino, la Pastrana combatterà proprio nel medesimo luogo, il Pabellon José Caballero di Alcobendas, nei pressi della capitale, dove l'oggi 44enne Maria Jesus Rosa battè la statunitense Terri Moss, cingendosi i fianchi con la medesima cintura, nella superiore categoria delle peso mosca.

Sarà un match importante anche per un'altra ragione. E' infatti dal 2013 che sul suolo di Spagna non si disputa un mondiale e l'ultimo fu quello in cui, a Elche, Kiko Martinez difese vittoriosamente per ko al 9° round la corona dei Supergallo Ibf ai danni del sudafricano Mathebula.

La co-sfidante della Pastrana sarà la 41enne turca residente in Germania, Oezlem Sahin (24-1-1; 8 ko). Sulla carta, la pur avvincente sfida tra giovinezza e maturità, dovrebbe propendere dalla parte della beniamina di casa, più fresca, motivata, con i vantaggi del fattore campo e "quasi figlia" della rivale. La Sahin, pur avendo combattuto e anche vinto per titolo internazionali di sigle di "seconda fila", ha un bel record in cui non compaiono comunque nomi di certo altisonanti. Sei anni orsono ebbe la meglio in maniera assai discutibile, in sei riprese, sulla nostra Maria Rosa Tabbuso, a Ludwigsburg, sua città d'adozione. 

La ragazza spagnola, campionessa europea della categoria, non é che abbia un record particolarmente eclatante ed é diventata professionista appena due anni orsono, nove anni dopo la sua avversaria. Ma crede fermamente nella vittoria e l'anagrafe e il calore dei tifosi madrileni probabilmente l'aiuteranno a raggiungere il traguardo.

Cerelli

(Alessandro Cerelli e Hassler al peso)

Stasera, sul ring della Hala Pendik di Novi Pazar, in Serbia ai confini con il Kosovo, il 23enne welter ceccanese Federico Cerelli (7-2-0), si batterà per il vacante titolo Intern.le Youth Ibf contro il 25enne Marcel Hassler (8-0-0; 5 ko), il quale da anni vive in Germania, come si deduce dalla “tedeschizzazione” del nome che, in effetti, sarebbe Mersid Hadzic, essendo proprio nativo del luogo. Per lui, sarà il primo combattimento in carriera disputato in Serbia.

Cerelli, professionista da due anni, ha sostenuto sino ad oggi solo match sulle sei riprese, al pari del rivale, ma stavolta dovrà cimentarsi sui dieci round e potrebbe non risultare un compito semplice, senza essere mai passato qualche volta attraverso gli otto. Insomma, un bel salto per entrambi i protagonisti.

L’imbattuto Hassler, a giudicare dal record con 5 ko, dovrebbe possedere maggiore potenza, anche se in verità nel palamrès non compare neppure un nome di qualche rilievo, mentre Cerelli non ha mai vinto prima del limite. Il pugile laziale é inattivo dallo scorso Novembre, quando venne superato ai punti dall’attuale campione italiano Nicola Cristofori, a Manzano, in Friuli e quindi si può dire che l’impegno più probante l’abbia sostenuto proprio lui.

Chiaramente, non sarà un match facile per il ragazzo di Marcello Paciucci, però può giocarsi la chance dal momento che entrambi sono alle prime armi e né da una parte né dall’altra compaiono sino ad oggi prestazioni tali, in negativo o in positivo, che facciano pendere la bilancia decisamente in favore di uno dei due. Chi avrà la meglio, compirà un passetto in avanti nella carriera e dopo la sfida, forse sarò un po’ più facile capire quali siano le loro concrete potenzialità.

RIFERIMENTI

BOXE RING WEB

EDITORE FLAVIO DELL'AMORE

Autorizzazione Tribunale di Forli' n. 2709

FORUM

logo boxeringweb2017c

Il Forum a cura di NonSoloBoxe

Per discutere di Boxe e non solo...

ACCEDI