logo facebook SEGUICI SU FACEBOOK
config

Archivio

deontaywilderpng fdcb5d931f8ec5f3

Un Deontay Wilder  particolarmente loquace sfoggia grande sicurezza nella conferenza stampa di Manhattan.

Il campione dei massimi Wbc parla del suo prossimo avversario Luis Ortiz e del suo sfidante ufficiale Stiverne, che potrebbe affrontare entro  febbraio 2018. Se Wilder ha fatto il record di difese volontarie (contro il cubano sarà la sesta), il suo 39enne challenger è rimasto quasi 34 mesi numero 1 del ranking Wbc, disputando l’ultimo match nel novembre del 2015 . Uno autentico  sberleffo ai primi dieci classificati Wbc:    

-Io sono  il migliore massimo al mondo. Non mi interessa quello che sta accadendo nelle altre sigle. Chi vuole essere il primo di tutti dovrà fatalmente avere a che fare con me. Sono l'unico campione del mondo dei pesi massimi americani- Sottolinea il 31enne  gigante di Tuscaloosa- Nessuno è più forte fisicamente, mentalmente e spiritualmente. Tutti hanno paura di me.  Il 4 novembre Ortiz cadrà al tappeto. Dovrebbe ringraziarmi  per questa occasione. Avrebbe aspettato a lungo. Tutti  voi sapete cosa'è successo a King Kong a New York. Il boogeyman è solo efficace di notte e io vedrò di illuminarla quella notte. In questo momento posso pensare che il match duri tre round, ma potrei metterlo ko anche al primo assalto. Per quanto riguarda Stiverne, anche lui deve ringraziarmi; ha incassato un sacco di soldi per evitarmi. C’è da dire che non era assolutamente pronto per battersi con me. Lui  ha combattuto solo una volta da quando l’ho strapazzato nel gennaio del 2015. Incredibile come pensi di battermi. Io non so cosa succede con le classifiche, ma non è affar mio. Quel che è certo è che tutti cercano di evitarmi. Se qualcino è convinto di potermi battere si faccia avanti. Io sono il campione e non temo nessuno-.

Grande sorpresa alla lettura delle ultime classifiche pubblicate dalla WBO, aggiornate al mese di settembre.

Verdejo in allenamento Felix

Il peso leggero p.ricano Felix "Diamante" Verdejo (23-0), appartenente alla galassia della Top Rank, olimpionico a Londra 2012 dove nei quarti di finale venne eliminato dal campionissimo ucraino Vasly Lomachenko, è stato retrocesso dal posto numero 1, che occupava da diversi mesi, al posto n. 6.

Il "Diamante" (foto) paga così l'enorme serie di contrattempi che hanno caratterizzato questa ultima parte della carriera, dall'infortunio subito nel 2015 nel match con Ivan Najera, alla incidente in motocicletta del 2016 sino alla caduta negli spogliatoi con successivi problemi al polso mentre si preparava al match del 22 settembre a Tucson.

Salta così il tribolato match mondiale, in più occasioni annunciato ma mai realizzato, contro l'inglese Terry Flanagan (33-09, attuale detentore del titolo, attualmente infortunato.  

Nuovo sfidante ufficiale del campione inglese è il messicano Raymundo Beltran (34-7-1), anche lui uomo della Top Rank.

Probabile che prima di affrontare Beltran, a Flanagan venga concessa la possibilità di una ulteriore messa in palio volontaria del titolo.

Max

Diventa veramente sontuosa la riunione del  4 novembre organizzata da Lou Di Bella  al Barclays Center di  New York.  Nel match event , già stato  annunciato da settimane , il campione dei massimi Wbc   Deontay Wilder affronterà l’ex campione interim Wba Luis Ortiz . A Cornice di questo duello tra match molto interessanti

-Nel contesto della serata  Showtime  Championship Boxing  sia ggiungono tre match di notevole valore-  Ha dichiarato in conferenza stampa  Lou DiBella. "Shawn Porter affronterà  Adrian Granados è una lotta che piacerà molto  ai tifosi del Barclays Center. L'imbattuto Sergey Lipinets si misurerà con Akihiro Kondo per l’Ibf supeleggeri vacante  vacante. Nei massimi l’ex campione  Bermane Stiverne contro  Dominic Breazeale  in una eliminatoria  mondiale .-

Di Lipinets vs Kondo abbiamo parlato recentemente  mentre per Porter vs Granados vale la pena spiegare perché Di Bella lo presenta come un match  di  notevole appeal.
 Porter non ha bisogno di  presentazioni . Campione Ibf dei welter tra il 2013 e il 2014 perse ai punti in modo discutibile contro Kell Brook  nel 2014 poi  da  Keith Thurman nel 2016  con un verdetto ai punti di soli due punti di differenza .Adrian Granados (18-5-2, 12 KO), è di  Chicago ed  è abituato a  battersi con avversari difficili.Ha  nel record cinque sconfitte , ma almeno tre sono immeritate e comunque subite con verdetti non unanimi.E’ un generoso guerriero che non si da mai per vinto e piace al pubblico. Con Porter è facile prevedere fuochi artificiali  

L'ex campione  Wbc dei massimi Bermane Stiverne (25-2-1, 21 KO) torna dopo  due anni di assenza. A 38 anni rischia con   Dominic Breazeale (18-1, 16 KO)che ha perso un solo match in carriera per mano di  Anthony Joshua nel giugno del 2016 e ha sei anni in meno.Contro Izu Ugonoh il 25 febbraio scorso ha vinto per kot  mettendo in mostra un’ottima forma.

Risultati immagini per Wilder vs Ortiz - Porter vs Granados  boxer poster PHOTOS

 

Narvaez fà 15

Al 42enne argentino Omar Narvaez (46-2-2), olimpionico ad Atlanta 96 e a Sydney 2000, ex campione mondiale mosca e s.mosca WBO, 26 incontri con titolo mondiale in palio disputati in carriera, viene offerta l'ultima occasione di tornare in possesso di una cintura mondiale.

Il 14 ottobre sul ring dell'Estadio Obras Sanitarias di Buenos Aires, "El Huracan", n. 1 WBO, affronterà l'imbattuto russo residente a New York Nikolai Potapov (17.-0-1), n. 2 WBO.

L'incontro sarà valido come semifinale ufficiale che designerà lo sfidante ufficiale del sud africano Zolani Tete, campione mondiale per la WBO.

La riunione verrà organizzata dalla OFR Promotion, compagnia di proprietà di Orlando Rivero.

Max

SABATO 30 SETTEMBRE A ROMA IL MATCH TRICOLORE DEI PIUMA CIPOLLETTA-FORTE

Questa sera   al palazzetto di viale Tiziano in Roma la BBT di Davide Buccioni mette in scena una interessante riunione con ben due titoli italiani, quello dei superleggeri detenuto da Lomasto, alla prima difesa contro l'ex campione Randazzo, e quello dei piuma, in un match in cui il campione Nicola Cipolletta metterà in palio il tricolore per la terza volta dopo averlo conquistato più di due anni fa.

All'angolo opposto al suo troverà un ventitreenne romano, Mauro Forte, uno dei giovani talenti che Buccioni non si stanca mai di cercare nelle palestre della capitale. Forte è imbattuto dopo sette match, sei vittorie e un pari, e ancora all'inizio di carriera avviata un anno e mezzo fa tra i professionisti, ma già si trova di fronte una delle grandi occasioni della vita, il titolo italiano.

Cipolletta vs Forte weight

Per ritagliarsi immediatamente il suo spazietto nella storia della boxe italiana Forte dovrà avere la meglio di Cipolletta, amministrato da Monia Cavini, pugile che non è una prima donna ma che è ormai scafato a ogni emozione essendo addirittura all'ottavo match con tricolore in palio.

Cipolletta lo conosciamo, è pugile tecnico sebbene non potentissimo, ha lunghe leve e buon ritmo, e si presenterà a Roma con la voglia di lasciare la categoria dei piuma da campione in carica, e proporsi immediatamente per qualcosa di importante nel peso superiore. Cipolletta viene da una onorevole sconfitta rimediata in Ungheria nello scorso febbraio contro Kovacs, in palio l'Europeo Wbo proprio dei superpiuma.

Insomma ci troviamo di fronte a un vero match da tripla dove le conteranno le motivazioni migliori, sempre che l'esperienza di Cipolletta non porti da subito le dieci riprese dalla sua parte.

Andrea Bacci

Pagina 1 di 20

RIFERIMENTI

BOXE RING WEB

EDITORE FLAVIO DELL'AMORE

Autorizzazione Tribunale di Forli' n. 2709

FORUM

logo boxeringweb2017c

Il Forum a cura di NonSoloBoxe

Per discutere di Boxe e non solo...

ACCEDI